ROGO AL DEPOSITO GIUDIZIARIO AUTO, MOTO E FURGONI DISTRUTTI

Image result for Fuoco al deposito giudiziario di auto Quaranta vetture distrutte

 

PESCARA – Paura, ieri notte, in via Arrone, nella zona della Tiburtina per un incendio divampato nel piazzale dell’Istituto Vendite Giudiziarie, che ha letteralmente distrutto una ventina di mezzi, tra auto, furgoni e motorini, parcheggiati nelle vicinanze della recinzione ed in custodia allo stesso Istituto. Se non fosse stato per un residente, che ha notato dalla finestra le fiamme e ha allertato immediatamente polizia e vigili del fuoco, le conseguenze del rogo, scoppiato poco dopo le 2.30, sarebbero state ancora più gravi. L’incendio infatti in poco tempo ha raggiunto alcuni alberi e un deposito di legna, arrivando a lambire un’abitazione, completamente avvolta dal fumo.

«ORA MI DIVERTO IO» «Voi vi siete divertiti con me, ora io mi diverto con voi. Se andate nel piazzale, troverete il fuoco». Così dall’altra parte dell’apparecchio telefonico una voce maschile, senza particolare inflessione dialettale. Di fronte a queste parole e al tono della chiamata, l’impiegata terrorizzata, dopo essersi accertata che non vi fosse nessun rogo, si era immediatamente rivolta alla polizia, a cui poi aveva sporto anche denuncia. Per due giorni nulla. Poi ieri, in piena notte, il rogo. PIU’ PUNTI DI INNESCO Sulla vicenda indaga ora la polizia. In via Arrone, insieme ai pompieri, anche il personale della squadra volante, diretto da Dante Cosentino, che ha raccolto subito i primi elementi per cercare di fare chiarezza su quanto accaduto e soprattutto sulle cause. Cause sulla cui natura dolosa sembrano esserci pochi dubbi. Primo perché nell’area i vigili del fuoco hanno trovato più punti di innesco, secondo elemento fondamentale perché, solo un paio di giorni fa, una impiegata aveva ricevuto negli uffici dell’Istituto una telefonata minatoria che preannunciava, in un certo senso, quello che poi è accaduto l’altra notte.